Informacja

Speciali

acque reflue comunali

All'inizio si deve chiaramente affermare che l'ozonizzazione delle acque reflue è uno dei metodi di disinfezione e non di trattamento delle acque reflue urbane e industriali, utilizzato solo dopo l'intero processo di trattamento delle acque o delle acque reflue. In Polonia l'ozonizzazione viene utilizzata principalmente nei sistemi di approvvigionamento idrico.

Il processo di ozonizzazione fluida può essere separato in due metodi, diretto e indiretto. Nel metodo diretto, il fluido ozonizzato fluisce attraverso il generatore al momento della produzione dell'ozono, questo metodo di disinfezione viene utilizzato principalmente nei sistemi di piscine e per la disinfezione dell'acqua potabile in sistemi di reti brevi. Il metodo indiretto ozonizza l'acqua pulita nel generatore di ozono come con il metodo diretto, ma l'acqua ozonizzata viene aggiunta a un altro fluido e miscelata con essa, ad esempio fognature municipali e trattata come fluido disinfettante.

Nel caso delle acque reflue, il trattamento con ozono delle acque reflue già trattate viene utilizzato principalmente nei paesi occidentali. Ciò garantisce quasi il 100% di certezza di distruzione di tutti i microrganismi. I processi classici di trattamento delle acque reflue assicurano un elevato livello di riduzione batterica fino al 99%. Nonostante l'elevata efficienza di rimozione dei batteri dalle acque reflue, contengono ancora, tra gli altri da 104 a 106/100 ml di coliformi indicatori. I primi quattro processi sono utilizzati nel trattamento meccanico. La loro efficacia nella rimozione dei microrganismi è molto inferiore all'efficienza dei processi chimici e biologici.

Efficienza nella rimozione di microrganismi in un tradizionale impianto di trattamento delle acque reflue: Griglie rare 0 - 5% Griglie dense 10 - 20% Sabbiera 10 - 25% Sedimentazione 25 - 75% Precipitazioni chimiche 40 - 80% Depositi biologici 90 - 95% Fanghi attivi 90 - 98% Disinfezione purificata acque reflue 98 - 99.999%

La disinfezione dei liquami urbani con ozono (O3) in condizioni polacche viene utilizzata abbastanza raramente, a causa di costi troppo elevati. Come germicida, l'ozono è più del doppio attivo del cloro. Distrugge efficacemente virus, lieviti, spore fungine e cisti muoiono più rapidamente sotto l'influenza dell'ozono. L'ozono distrugge anche un certo numero di composti considerati cancerogeni, ad esempio idrocarburi policiclici aromatici (IPA), e viene anche usato per rimuovere odori e composti di rifrazione. Le dosi di ozono per i liquami trattati biologicamente sono nell'intervallo da 15 a 30 mg di O3 / dm3 e il tempo di contatto del liquame con l'ozono è di circa 15 ÷ 20 minuti.

Alla luce delle pratiche straniere (specialmente negli Stati Uniti), in molti casi viene utilizzata la disinfezione continua con ozono, almeno in determinati periodi dell'anno. Alcuni paesi europei hanno introdotto una disinfezione almeno parziale delle acque reflue scaricate dagli impianti di trattamento. In Germania, le acque reflue scaricate nelle aree ricreative vengono disinfettate. In Francia, gli scarichi di liquami nelle aree protette, come le zone di balneazione e le zone di molluschicoltura, vengono disinfettati. In Spagna, le acque reflue per l'irrigazione agricola, alberi da frutto, campi sportivi e giardini sono disinfettate. Il deflusso medio da un impianto di trattamento biologico delle acque reflue contiene da diverse centinaia di migliaia a circa un milione di coliformi in 100 ml. Il numero totale di tutti i batteri scaricati sul ricevitore è solo una funzione della portata delle acque reflue trattate. La mancanza di disinfezione continua nei deflussi dell'impianto di trattamento delle acque reflue fa sì che i ricevitori delle acque reflue trattate (di solito fiumi), nonostante ottengano indicatori fisico-chimici soddisfacenti, sono di solito fuori classe, il che risulta dal superamento degli indicatori microbiologici. Un grave problema legato alla disinfezione delle acque reflue riguarda, tra gli altri ospedali, principalmente quelli in cui vengono trattati pazienti con malattie infettive. I microbi ospedalieri hanno spesso mutazioni resistenti agli antibiotici, motivo per cui sono mortalmente pericolosi. L'analisi delle acque reflue ospedaliere scaricate nel sistema fognario mostra che contengono, tra gli altri: coliformi, enterococchi, virus dell'ittero e persino HIV e sostanze radioattive. Questi microrganismi finiscono nell'impianto di trattamento delle acque reflue ma non vengono uccisi lì, e di conseguenza entrano nei fiumi, causando l'inquinamento delle acque superficiali.

L'ozonizzazione delle acque reflue può essere effettuata utilizzando generatori di ozono nell'acqua Atom